> il bando

DESIGN FOR VOLUNTEERING, PEACE AND HUMAN RIGHTS

La parola futuro è tra le più inflazionate quando si parla di malessere sociale. Ma il malessere sociale è presente, è adesso, è in ogni parte del mondo. La parola futuro è tra le più usate anche quando si parla di impegno sociale ma l’impegno sociale è già presente, adesso, in ogni parte del mondo. Quando non si ha una percezione chiara del presente, la parola futuro può confondere, autorizzare, implicitamente, a credere che il tempo trascorso a vivere, giorno dopo giorno, non sia degno di attenzione e di cura, di partecipazione e di condivisione, di doveri e di diritti. La parola futuro sta diventando un alibi, una parola troppo comoda dietro la quale nascondere la necessità, da parte di tutti, di agire attivamente il cambiamento. La Commissione Europea dedica al 2011 un anno di attenzione universale al tema del Volontariato, nella tensione a promuovere una più forte percezione dell’oggi e dei temi sociali che lo caratterizzano. L’Unione Europea mira, soprattutto, a valorizzare l’impegno di tutti coloro che con azioni quotidiane danno voce al presente, dando forma a realtà di evoluzione etica e civile, a soluzioni possibili per affrontare problemi di entità locale e mondiale, premettendo ai propri diritti il proprio dovere, decidendo di dare prima di avere.

Per il 2011 Utilità Manifesta affida al progetto grafico e al design industriale la responsabilità di generare il nuovo linguaggio della solidarietà e della partecipazione sociale.

Ai graphic designer è dato il compito di interpretare i complessi temi della giustizia sociale, economica e ambientale: in questa direzione, il design contest chiede di progettare un manifesto su uno o più temi tra quelli riportati:
-Legalità e senso civico
-Crisi economica e superamento
-Ambiente
-Tutela della donna
-Diritti Umani

Gli industrial designer sono invitati a progettare un oggetto interprete dei concetti sostegno e solidarietà. Dovrà trattarsi di un bene che risponda alle caratteristiche di:
-sostenibilità
-usabilità
-miglioramento di una condizione preesistente
-accessibilità economica
-reale utilità per target svantaggiati (bambini, adulti, anziani, uomini, donne)

New Deadline

30 Ottobre 2011

>> Scarica il bando in versione pdf (ita/eng) <<

> requisiti di invio lavori

Sezione graphic design:
– 1 poster inedito
– Formato verticale 50×70cm
– Risoluzione 200 DPI
– Colore CMYK
– Formato file JPG (linea di base standard) qualità 10
– Peso minore di 8MB

Sezione industrial design:
– 1 tavola progettuale senza testo descrittivo al suo interno
– Formato verticale 50x70cm
– Risoluzione 200 DPI
– Colore CMYK
– Formato file JPG (linea di base standard) qualità 10
– Peso minore di 8MB

Foto personale:
– Foto personale o del team
– Formato 1280×960 pixels
– Risoluzione 300 DPI
– Colore RGB
– Formato file JPG (linea di base standard) qualità 10
– Peso minore di 1MB

Descrizione del lavoro:
Relazione descrittiva del progetto.
Per la categoria industrial design il testo deve essere definitivo per l’eventuale pubblicazione. Indicare solamente: la funzione, modalità d’uso, target, materiali principali. Massimo 500 caratteri (spazi inclusi)
Lingua Italiana e Inglese (out of Italy participants only English)

> giuria internazionale



Donald Beekman / NETHERLANDS
Donald Beekman è nato e cresciuto ad Amsterdam. Dopo aver studiato presso Rietveld Art Academy ha fondato il suo proprio studio grafico e musicale denominato [DBXL]. Per tutta la sua vita Beekman ha fatto musica in vari gruppi, ed è in contatto con una vasta rete di persone nel mondo della musica. Nel corso degli anni ha progettato molti loghi, copertine di dischi e cd, volantini, manifesti, identità visive, riviste e imballaggi. Ha progettato anche molti caratteri, la maggior parte dei quali provenienti da loghi o opere d’arte create per i suoi clienti, principalmente appartenenti all’industria musicale e dell’intrattenimento. Anche istituzioni culturali, compagnie teatrali e il distributore di smart drugs Conscious Dreams collaborano con DBXL. I font progettati: Die Gestalten, Cape-Arcona and VetteLetters. Dal 2004 collabora con Typeradio, la radio e podcast-stazione sul design e la tipografia.

Mauricio Cardenas / COLOMBIA
Nasce a Bogotà, Colombia, nel 1969, si laurea nel 1993 presso la Facoltà di Architettura de la Universidad De Los Andes e nel 1994 consegue il Master in progettazione architettonica presso la Syracuse University, dando inizio alla sua esperienza professionale in importanti studi d’architettura tra i quali si evidenziano lo Studio Meiji Watanabe & Associates a Tokyo e lo Studio Renzo Piano Building Workshop a Parigi. Nel 2002 ottiene il titolo di Dottore di Ricerca con una tesi sul tema della progettazione sensibile agli aspetti ambientali presso la Facoltà di Architettura degli Interni del Politecnico di Milano. Nel 2004 apre a Milano il suo studio professionale, Studio Cardenas Progettazione Consapevole, che sviluppa una grande varietà di temi: dagli spazi pubblici a quelli polifunzionali, dalle aree commerciali a quelle dedicate al tempo libero, agli spazi espositivi e i complessi residenziali senza trascurare l’ambito del design. Dal 2006 al 2010, parallelamente all’attività di studio, ha affiancato quella di consulenza per Arup, tra Milano e Londra, in qualità di esperto dei sistemi di facciata facendo parte dello sviluppo del team di Facade Engineering, del quale è stato team leader all’interno dell’ufficio di Arup Italia. Fa parte del Comitato scientifico di Frames, rivista de Il Sole 24 Ore Business Media specializzata nell’involucro e della Rivista Nemeton specializzata nell’ecologia dell’architettura. L’attenzione verso il design consapevole dello Studio Cardenas è parte fondamentale di ogni progetto e si sperimenta nell’uso di materiali naturali e tecnologie d’avanguardia e innovative, che mettono sempre in gioco i diversi aspetti rivolti alla ricerca di nuovi linguaggi contemporanei in sinergia con l’ambiente. Numerosi progetti dello Studio Cardenas sono stati pubblicati su riviste internazionali e alcuni hanno ottenuto premi e menzioni per il loro carattere innovativo.

Giovanni Delvecchio / ITALY
Giovanni Delvecchio nasce a Cesena nel 1981. Nel 2005 partecipa al Salone Satellite di Milano con Dorothygray. Special mention Design Awards. Socio fondatore del Do_Nucleo culturale di Faenza nel 2007; nello stesso anno nasce Resign con Elisabetta Amatori e Andrea Magnani. Si laurea all’ISIA di Faenza nel 2008; titolo della tesi Era Design. Nel 2009 si sviluppa la prima Resign Academy, esperimento di scuola teorica e pratica, dove docenti e studenti lavorano e vivono insieme per 3 settimane. Tutt’ora Giovanni è un designer a domicilio.

David Graas / GERMANY
I progetti di David Graas si caratterizzano per la natura ecologica ed economica allo stesso tempo e mostrano una predilezione per il quotidiano. In un mondo in cui i prodotti hanno vita sempre più corta, Graas cerca di prolungare la vita dei suoi prodotti arricchendoli di significato. Ordinario diventa straordinario. Spesso il packaging ha un ruolo fondamentale. David Graas ha studiato design del prodotto alla Gerrit Rietveld Art Academy di Amsterdam. Dal 2004 lavora come designer indipendente a Amsterdam, Paesi Bassi. Sotto la sua gestione i suoi prodotti sono realizzati in piccole quantità, con risorse locali, tecniche di produzione tradizionali e materiali standard.

Ayşegül Izer / TURKEY
Si è laureata con lode al Dipartimento Graphic Design di Belle Arti di Sarajevo. Ha completato il Master e il Dottorato in Graphic Design alla Mimar Sinan Istituto universitario di Scienze sociali. Nel 2005 diventa professore e capo del Dipartimento di Graphic Design. Ha ottenuto un totale di 10 premi internazionali. Co-fondatore di ES Design Foundation e membro del GMK-Turkish Society of Graphic Design. Ha una figlia.


Maxime Lemoyne / FRANCE
Graphic designer. I principali campi di azione di Maxime sono la comunicazione culturale e pubblica di teatri, imprese e associazioni sociali e no profit.


Rico Lins / BRASIL
Nato nel 1955, Rio de Janeiro, Brasile. Designer, Art Director, educatore e curatore. Vissuto tra Parigi, Londra, New York e Rio dal 1979, lavora a San Paolo per la stampa, il cinema, mostre e consulenza sul brand. Medaglia d’Oro all’Art Directors Club di New York. Tra le numerose mostre, una esposizione personale al Centre Pompidou di Parigi. I suoi lavori sono stati pubblicati in varie riviste e libri internazionali di design ed esposti al Museo di Arte Contemporanea di San Paolo, al Musée de l’Affiche di Parigi e presso il Staatliches Museum für Angewandte Kunst di Monaco. Nel 2002 è stato nominato Designer dell’Anno in Brasile. E’ membro AGI dal 1997.

Saki Mafundikwa / ZIMBABWE
Graphic Designer, autore, regista, fotografo.
Fondatore e direttore della prima scuola di Graphic Design e New Media del suo Paese, il Zimbabwe Institute of Vigital Arts (ZIVA). Si laurea in Graphic Design presso la Yale University. Lavora come designer e Art Director a New York dal 1985 fino al 1997. Nel 2004 pubblica “Afrikan Alphabets: The Story of Writing in Afrika” il primo libro sulla tipografia Africana.
Il suo primo film, “Shungu: The Resilience of a People”, documentario sulla forza e sul coraggio del popolo africano, è presentato in anteprima mondiale nel 2009 all’IDFA – International Documentary Film Festival di Amsterdam ed è stato selezionato da festival cinematografici di tutto il mondo.


Andrea Magnani / ITALY
Nato nel 1983. Vive e lavora a Faenza da sempre. Ragioniere per errore. Nel 2007 diventa socio fondatore del Do-nucleo culturale e da vita al metaprogetto Resign. Una metodologia rivolta a tutti i progettisti che credono nella magia a nel valore simbolico delle cose. Nel 2008 si è laureato e specializzato in design all’ISIA di Faenza con una tesi sulla metaprogettualità. Attualmente è grafico e designer freelance. I suoi oggetti sono stati selezionati ed esposti in numerose mostre.

Borja Martinez / SPAIN
Dopo aver iniziato la sua carriera in Disegno Industriale nella Escola de Disseny Elisava (Barcellona), Borja Martínez decide di trasferirsi a Londra nel 1999 per studiare Graphic Design al London College of Printing (oggi, London College of Communication). Dopo quattro anni, durante i quali unisce studio e lavoro come designer presso lo studio di Visioncorp, torna Borja a Barcellona nel 2004 a lavorare per un anno come designer a tempo pieno per Grafica (www.graficadesign.com) e un anno più tardi inizia a lavorare a tempo parziale a Basedesign (www.basedesign.com).
Nel 2005, fonda il proprio studio LoSiento, dove inizia a sviluppare diversi progetti di graphic design, per clienti come Sandro Desii (pasta e gelati artigianali italiani), The Pinker Tones (band elettronica), Txoco (gastronomia), Roca (accessori bagno), El Bulli (gastronomia), Macaco (musicista) o Easyled (azienda di illuminazione). Nel 2010, LoSiento è premiata dal FAD (Fomento de las Artes Decorative) con il premio Grand Laus.
Ora, LoSiento vanta un team di 5 professionisti e continua a lavorare per progetti nel campo della corporate identity, packaging, editoria, e progetti autonomi.
La nostra filosofia si basa sullo sviluppo dell’intero concetto di identità. La caratteristica principale LoSiento è un approccio organico e fisico alle soluzioni, che derivano dal dialogo tra design grafico e industriale, in una costante ricerca di un’alleanza con i processi artigianali.

Oded Ozer / ISRAEL
Graphic designer, type designer, docente, pioniere nel campo del lettering ebraico 3D,sperimentatore tipografico che ha coniato il termine Biotypography – i progetti di Oded Ezer– manifesti e lavori di grafica – sono in mostra e pubblicati in tutto il mondo, e sono parte dicollezioni permanenti di importantissimi musei come il New York museum of Modern Art(MoMa), l’Israel Museum of Art a Gerusalemme e il Museum für Gestaltung Zürich, in Svizzera. E’membro della prestigiosa AGI (Alliance Graphique Internationale) dal 2009.Si è formato presso la Bezalel Academy of Art & Design, in Gerusalemme. Nel 2000 ha fondatoil suo studio, Oded Ezer Typography, in Givatayim, specializzandosi in brand identity, designtipografico e in design tipografico latino. Tra i suoi clienti cita: Banca Hapoalim, Ma’ariv e ilquotidiano Globes; YES TV channel, Migdal società di assicurazioni. Nel 2002, ha inauguratola fondazione Ha’Gilda, la prima cooperativa israeliana per la progettazione dei caratteri, di cuiè stato membro attivo fino al 2006. Dal 2010, Ezer è docente di Comunicazione Visiva presso ilDipartimento di Holon Institute of Technology (HIT). Impartisce lezioni di design tipografico etiene conferenze in accademie anche fuori Israele.I suoi progetti hanno ricevuto riconoscimenti nazionali ed internazionali, tra questi: il Premiod’oro al concorso internazionale di progettazione del Centro di Progettazione Nagoya, in Giappone(2000); il Certificato di Eccellenza al 4° concorso annuale della New York Type Directors Club e ilCertificato di Eccellenza al “Bukva Raz”, concorso di progettazione tipografica, Mosca, Russia; ilPremio per il Design del Ministero dell’Istruzione israeliano (2003), il premio Bronzo e due premidella giuria internazionale al 3rd International Poster Biennale, Ningbo, Cina (2004); il PremioSpeciale alla Poster Award/Progettazione Internazionale Taiwan, Taipei (2005) e ha ricevuto ilcertificato di eccellenza al concorso TDC52 del tipo Directors Club di New York (2006).La sua prima monografia: “Oded Ezer: La guida del tipografo al Galaxy” è stato pubblicata dal DieGestalten Verlag nel maggio 2009.

Armando Milani / ITALY
Membro AGI dal 1983, disegna loghi, corporate identity, libri e poster a sfondo sociale.
Tiene nel mondo mostre, seminari e workshop.

> partners

Patrons:
con il patrocinio della Rappresentanza in Italia
della Commissione europea


Project partner:

Main sponsor:

Supporting partners:



Media partners:

Technical partners:


> faq

Come faccio a partecipare?
Per partecipare è necessario compilare l’apposito form raggiungibile in questo sito dalla voce del menu “CONTEST > SUBMIT YOUR ENTRY”. I lavori devono essere caricati attraverso il form e devono assolutamente rispettare le specifiche indicate alla voce “REQUISITI DI INVIO DEI LAVORI”.

Quanti progetti posso inviare?
E’ possibile partecipare con più progetti purchè corrispondano a soggetti differenti, compilando nuovamente il modulo.

Fino a quando ho tempo per inviare il mio lavoro?
Il form sarà disponibile fino al 30 Ottobre 2011 salvo eventuali proroghe.

La partecipazione è gratuita?
Sì, la partecipazione è completamente gratuita.

I progetti devono essere inediti?
Per la categoria Graphic Design il progetto deve essere inedito, per la categoria Industrial Design non è necessario.

[/accordion]

Be Sociable, Share!