Se la memoria rifiuta il ricordo allora la storia si ripeterà. Sotto altri nomi, altre armi, altre forme, altri carnefici e altre vittime contro altri popoli e altri paesi.
Ci diremo non me l’aspettavo, terribile, inaudito, impossibile…ma lo sapevamo già.
Se la memoria accetta il ricordo ancora la storia si ripeterà.
Ma quei nomi, quelle armi, quelle forme, quei carnefici e quelle vittime, quei popoli e quei paesi saranno più vicini a noi, e condivideremo la tensione ad agire per modificare la realtà.
Il progetto è il ricordo, la memoria, la condivisione.
Utilità manifesta/design for social in memoria del 27 gennaio.